VogliaDiFragolaHOM


Una ragazza al Gusto Fragola.

La ragazza


Se dico 
Gusto Fragola. cosa vi viene in mente? Il gelato, vero? Anche a me a dir il vero e é per questo motivo che ci ho messo così tanto a decidermi che fosse il nome giusto. ...

continua a leggere...

cascate Vittorie slider


Due trentine su una Polo alla conquista dell'Africa.
I luoghi

Due ragazze, un mese di viaggio, quasi 7000 km percorsi su una piccola Polo, la nostra fedelissima compagna d'avventura che nonostante mille imprevisti, strade a groviera e ...

continua a leggere...

 

keyhole slider


Affare fatto! Che ci sarà in quel box?
La ragazza

Qualche giorno fa mi sono messa a leggere un libro che promette di trasformarti in un'esperta di uomini: esatto, una di quelle che sa come chiedere le cose e per questo le ottiene ...

continua a leggere... 

Cara Nicoletta ti banno - firmato Vodafone.

 

Nicoletta crisponi vodafone censuraOggi vi ho raccontato la storia di una Nicoletta qualsiasi e dell'assedio del call center Vodafone, ma sembra proprio che questa a loro non sia piaciuta per nulla. Anzi. Dopo l'ennesimo messaggio pre-impostato di risposta alle mie lamentele inviatomi da Nadia, hanno ben pensato di cancellare il mio post, non solo, hanno pure bloccato la possibilità di pubblicare messaggi in bacheca o rispondere ai post. Già, è proprio tutto vero. Nel 2014 Vodafone ci insegna che se qualcosa è scomodo e non piace, beh lo si cancella, lo si blocca, lo si elimina e si finge non sia mai successo. 

Abbiamo, allora, iniziato a ripubblicarlo in massa e per ognuno dei miei amici che lo condivideva, un social media manager di Vodafone it lo cancellava. Decine e decine di messaggi cancellati. Non so bene quale sia la politica di chi gestisce i social in quel dell'azienda in questione ma direi che quello della censura è un problema decisamente grave. 

Nessuno di noi ha pubblicato insulti o materiale diffamatorio ma io, come altri italiani, ho voluto raccontare il mio disagio nei confronti delle loro politiche di marketing e loro di tutta risposta se ne sono fatti beffa con un semplice click su una crocetta. 

Sono una libera cittadina e come tale vorrei potermi esprimere, condividere i miei pensieri ma soprattutto, quando torno a casa stanca dal lavoro, poter mangiare in santa pace senza che gli operatori di qualche call center si sentano autorizzati a irrompere prepotentemente nella mia vita. Ci ho provato chiedendolo gentilmente, ci ho provato chiedendolo con parole più forti, ci ho provato iscrivendomi alle apposite associazioni, ci ho provato contattando i social, ora ci sto provando con il potere delle mie parole e della mia storia. E sapete perchè funziona così bene? Perchè siamo in troppi a essere ogni giorno nella stessa situazione e, si, #Vodafonehairotto!

Se posso permettermi un'ultima considerazione prima di concludere:

Cara Vodafone, 
forse faresti meglio ad ascoltare quelli che potrebbero essere potenziali clienti e non bannarli. Se in così tanti ci lamentiamo dei tuoi metodi poco ortodossi di catapultarti nelle nostre vite, magari dovresti darci retta invece di cancellare i nostri messaggi e fingere che non esistiamo. Il web è grande e chiacchiera e il tuo potere per fortuna o purtroppo si esaurisce sulla tua bacheca. Pensaci, non è che perchè lo elimini non esiste più. Parli di prodotti personalizzati, ma come puoi convincerci che è vero se non dai retta a ciò che i consumatori hanno da dirti? Se li zittisci?

Da parte mia continuo con la mia protesta di #31giorniperlaliberta, credo di aver il diritto di poter esser lasciata in pace e non farmi prendere da attacchi nervosi ogni volta che squilla il telefono, sono a casa mia in fondo. Speriamo in un anno nuovo di libertà e rispetto!

Dici che con "Vodafone scegli quello che ti serve", ecco, a me non serve nulla. Grazie!

 

 


AGGIORNAMENTO!

 

Se il servizio Facebook di Vodafone si limita a bannare giustificati da una netiquette, quello Twitter, invece, funziona molto bene. In particolare ci tengo a ringraziare Cinzia. Cinzia è la ragazza a cui è stata affidata la mia pratica che mi ha chiamato, ha ascoltato le mie lamentele, mi ha detto delle risposte e si è impegnata per trovare una soluzione, tutto questo con i giusti toni: dandomi contro quando pensava sbagliassi e scusandosi per sbagli non suoi a nome della compagnia che rappresenta. Lei è l'immagine di quello che un servizio clienti dovrebbe essere, spero solo abbia trovato davvero il modo di far smettere quelle telefonate, seppur sapendo che essendo queste delegate a call center esterni non sempre così facilmente controllabili. 

Siamo arrivati alla fine di questi 31 giorni, tutto questo sarà davvero servito a qualcosa?
Nel dubbio, buon anno nuovo e che dio ce la mandi buona!

 

 

Magari ti può interessare anche:

Sono Nicoletta e no, non voglio cambiare compagnia
La ragazza Gusto Fragola

Sono una giovane designer e no, non cerco un altro stage

La ragazza con la valigia  

cover Polo

cover Namibia

cover viaggi

cover tita